spurgo
Cerca

Depurazione civile

Fra i servizi d’eccellenza che Ecoopera fornisce si annoverano il trattamento e la depurazione delle acque reflue, la gestione e controllo dei processi depurativi ed il presidio degli impianti e delle relative infrastrutture: ambiti in cui la società è presente da molti anni. 

Attualmente gestisce in appalto, direttamente o tramite RTI, impianti di depurazione civile nelle province di Trento, Belluno, Treviso e nei comuni di Bedollo (TN) e Bordighera (IM).


Analisi per depurazione delle acque reflue civili

Impianti in provincia di Trento

Ecoopera vanta una pluriennale esperienza nella gestione degli impianti di depurazione delle acque. Gestione intesa sia come custodia e manutenzione ordinaria e straordinaria, sia come gestione tecnica con i relativi controlli fisici e chimico biologici e le conseguenti scelte operative/gestionali.

Dal 2000 ECOOPERA gestisce in associazioni temporanee d'impresa tutti i depuratori appaltati dalla Provincia Autonoma di Trento (PAT); in particolare, sono state individuate tre aree di gestione dalla pubblica amministrazione: il BACINO ORIENTALE (bacini del Brenta, Avisio, Cismon, Vanoi, Fersina e l'altopiano di Folgaria e Lavarone), il BACINO CENTRALE (Valle dell'Adige) e il BACINO OCCIDENTALE (bacini del Sarca, Noce, Chiese). Ecoopera con il ruolo di capogruppo, svolge il servizio sui depuratori, collettori e stazioni di sollevamento del Trentino Orientale.

Ente Committente Ente Gestore  Numero
Impianti
Stazioni
di

sollevamento 
Quota
RTI
Ecoopera
Durata
Anni
Abitanti
Equiv. 
Serviti 
P.A.T.
BACINO TRENTINO
ORIENTALE
 D.O.R.
Depurazione
Trentina Orientale
25 19 65% 8 390.000
P.A.T.
BACINO TRENTINO 
OCCIDENTALE
D.OC.
Depurazione
Trentina Occidentale
29 9 74% 8 385.000
P.A.T. 
BACINO TRENTINO
CENTRALE
D.T.C.
Depurazione
Trentina Centrale
13 18 43% 8 450.000
TOTALE IMPIANTI DEPURAZIONE CIVILE 67 46     1.225.000

Da febbraio 2017 ECOOPERA ha rilevato da SEA S.p.A. la quota di partecipazione delle consortili D.OC, - passando così dal 23% al 674% di partecipazione al RTI, diventando di fatto la capogruppo -, e della D.T.C. - passando da una quota del 23% al 43%.
Impianti in provincia di Belluno

Sempre in RTI Ecoopera gestisce i depuratori del territorio montano compreso tra le comunità di Valbelluna - Alpago e Cadore – Comelico.

La Gestione tecnico-operativa degli impianti di Depurazione del Territorio Montano dell'Alto Veneto, copre aree di grande pregio e sensibilità naturalistica: da Misurina alla base delle Tre Cime di Lavaredo, fino alle zona limitrofe del comune di Belluno e del lago di Santa Croce, comprendendo il territorio ad alto afflusso turistico dei laghi di Santa Caterina e di Centro Cadore.


Ente Committente Ente Gestore Numero
Impianti
Stazioni
di
sollevamento
Quota
RTI
Ecoopera
Durata
Anni
Abitanti
Equiv.
Serviti
BIM PROVINCIA DI BELLUNO -
LOTTO 1 CADORE
De.B.
Depurazione Bellunese
10 6 55% 5 140.000
BIM PROVINCIA DI BELLUNO -
LOTTO 2 VALBELLUNA
16 16 55% 5
TOTALE IMPIANTI DEPURAZIONE CIVILE 26 22

Impianti in provincia di Treviso

Nell’Alto Trevigiano Zona Ovest Ecoopera è capofila della società consortile DAT, costituita per gestire l’appalto di gestione dei depuratori civili biologici della zona collinare pedemontana dell'alta provincia di Treviso lungo la sponda sinistra del fiume Piave, comprendendo le zone ad elevata attività di viticoltura, da Pederobba fino ad Asolo, incluso l'impianto di depurazione a servizio della storica città di Montebelluna.


Ente Committente Ente Gestore Numero
Impianti
Stazioni
di
sollevamento
Quota
RTI
Ecoopera
Durata
Anni
Abitanti
Equiv.
Serviti
ALTO TREVISANO SERVIZI D.A.T. 
Depurazione
Alto Trevisano
22 52 70% 5 90.000
VEDI TUTTE News
Richiedi Info

Se desideri ricevere maggiori informazioni sui servizi di Ecoopera compila i campi del form seguente.