spurgo
Cerca

AUTORIZZAZIONE UNICA TERRITORIALE

03/05/2018

Dal 20 Aprile 2018, anche in Trentino diventa effettiva l’Autorizzazione Unica.


Con l’approvazione del regolamento di esecuzione per L’autorizzazione Unica Territoriale o AUT (DGP n°421 del 16 marzo 2018), dal 20 Aprile 2018, anche in Trentino diventa effettiva l’Autorizzazione Unica, a livello nazionale Autorizzazione Unica Ambientale (AUA).
L’AUT  istituita con la Legge provinciale n°19 del 17/09/2013, ricomprende le autorizzazioni di competenza dell’AUA e altre autorizzazioni a carattere territoriale, l’elenco completo dei provvedimenti di competenza dell’AUT è visionabile nella sezione specifica del sito PAT gestito dal Servizio Autorizzazioni e Valutazioni Ambientali (SAVA).

Chi deve richiedere l’AUT?
L’AUT va richiesta dai soggetti che:
• devono richiedere ex novo una della autorizzazioni ricomprese nell’AUT,
• intendono modificare impianti in possesso di una autorizzazione ricompresa nell’ambito AUT
• devono rinnovare una autorizzazione ricompresa nell’ambito AUT che è in scadenza

Con l’AUT cambiano anche le modalità di richiesta, modifica e aggiornamento delle autorizzazioni facenti capo all’AUT. Dopo il 20 aprile 2018 infatti, non sarà più possibile inoltrare documentazione in formato cartaceo o via PEC.
La documentazione dovrà essere gestita attraverso il Portale dei Servizi Online Trentino, portale che consente di gestire tutta una serie di informazioni e adempimenti con la pubblica amministrazione.

Per poter accedere al Portale dei Servizi Online Trentino è necessario dotarsi di una identità digitale, ovvero di un sistema che permetta di identificare la persona fisica che accede:
• attivando la carta provinciale dei servizi (quella che comunemente conosciamo come tessera sanitaria e codice fiscale)
• oppure richiedendo una identità digitale ad uno dei gestori di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale)

Non è pertanto possibile accedere al portale con generiche credenziali o account aziendali, ma esclusivamente come persone fisiche. Il sistema identifica la persona che presenta la pratica, così come prima dell’entrata in vigore dell’AUT, la persona che si recava agli uffici competenti, doveva produrre un documento in corso di validità per depositare la documentazione.

Torna alla lista news