spurgo
Cerca

PREVENZIONE DELLA LEGIONELLA: UN RISCHIO SOTTOVALUTATO

21/09/2018

Ripetuti casi quest'estate, anche mortali, sia presso strutture turistico ricettive che presso siti industriali.


Dal quotidiano l'Adige di qualche giorno fa:
"Il batterio della legionella che ha provocato un'epidemia nella Bassa Bresciana Orientale non era presente negli acquedotti dei principali comuni colpiti, bensì nelle torri di raffreddamento delle aziende, (...) chiarendo la causa della polmonite contratta in questa zona della provincia da 405 residenti (...)."

Eppure individuare, combattere e prevenire la diffusione di questo batterio è piuttosto semplice.
Tutto comincia con una accurata informazione, prosegue rivolgendosi a specialisti per il controllo e la sanificazione degli impianti dove può annidarsi la Legionella, e si risolve nell'evitare di trascurare o sottovalutare il problema.

Le Linee guida per la prevenzione e il controllo della Legionellosi, approvate in Conferenza Stato-Regioni, nella seduta del 7 maggio 2015 e recepite  dalla PAT con Delibera n. 536 del 08/04/2016, prevedono che le strutture di Comunità e accoglienza, ed una serie di attività produttive, come anche di luoghi deputati a forte frequentazione (es. Centri Commerciali) attuino un protocollo di controllo del rischio legionellosi su attività sequenziali correlate tra loro finalizzate in prima battuta alla  Valutazione del rischio e alla successiva sua gestione.

L’approccio procedurale proposto da ECOOPERA prevede:
Un accurato esame dello stato degli impianti idrosanitari e aeraulici;
Un piano di campionamenti sull’acqua dei circuiti idrosanitari e degli impianti industriali che disperdono acqua nebulizzata o in aerosol in ambiente;
Definizione eventuale di un  protocollo di gestione del rischio, basato sia su attività di ordinaria manutenzione degli impianti a rischio legionellosi che su attività di verifica del sistema di prevenzione adottato.

Lo schema sottostante rappresenta l’approccio proposto al problema Legionella.



Il batterio tende ad insediarsi e moltiplicarsi in impianti obsoleti o con scarsa manutenzione, che possono nebulizzare acqua nell'ambiente. 
Se sospetti una contaminazione da legionella, o vuoi escludere che ci sia, chiama ECOOPERA per un consulto.
Torna alla lista news