spurgo
Cerca

SISTRI: soppressione dal 01 gennaio 2019

13/12/2018

Viene cancellato, senza essere mai andato a regime il sistema di tracciabilità nazionale dei rifiuti.


Condividiamo la Circolare ASPI ricevuta in data odierna 13 dicembre 2018.

Vi informiamo che il Consiglio dei Ministri ha approvato ieri, 12 dicembre 2018, il decreto legge recante “Misure urgenti in materia di semplificazione e sostegno allo sviluppo”, decreto che verrà a breve pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Fra le diverse misure approvate vi è la soppressione del SISTRI a partire dal 1° gennaio 2019; per cui la tracciabilità dei rifiuti prosegue con l’attuale sistema cartaceo (FIR e Registri di carico e scarico), in attesa della realizzazione di un nuovo sistema di tracciabilità coerente con l’assetto normativo vigente, anche di derivazione comunitaria.

Per cui a partire dal prossimo 1° gennaio 2019 le vostre imprese non sono più tenute ad alcun adempimento SISTRI: non è più dovuto alcun contributo di iscrizione/rinnovo quota SISTRI; non si devono più richiedere i dispositivi SISTRI (USB e/ Black Box veicolo); non si devono più movimentare i rifiuti pericolosi con il sistema del “doppio binario” (FIR e Scheda SISTRI). 

Le vostre imprese continuano pertanto a gestire i rifiuti (anche quelli speciali pericolosi) con le consuete modalità: Formulario Identificazione Rifiuti (FIR) e Registro carico e scarico rifiuti.

Vi daremo ulteriori informazioni in merito non appena verrà pubblicato il testo del decreto legge in Gazzetta Ufficiale.


Il nostro Ufficio Tecnico resta a disposizione della clientela per eventuali chiarimenti.

Torna alla lista news